Le rovine di Alba Fucens – 1a parte

Benvenuto in questo nuovo articolo del nostro Blog. Oggi vorremmo parlarti di un interessante sito archeologico: Alba Fucens. Un luogo molto importante ancora oggi studiato e visitato da innumerevoli turisti e curiosi. Ma di cosa si tratta? Scopriamolo insieme!

 

Cosa sono le rovine di Alba Fucens

Si tratta di un’antichissima città nella provincia dell’Aquila nei pressi del Monte Velino. Nel 1949 iniziarono gli scavi nel sito che portarono alla luce il luogo fantastico che oggi possiamo ammirare. Gli scavi furono condotti e cominciati da Fernand De Visscher e dopo qualche breve pausa furono ripresi qualche decennio fa per giungere sino a noi ancora in fase di completamento.

Un po’ di storia

Alba, una città dalla posizione strategica divenne colonia romana nel 303 a.C. e solo dopo diverso tempo dopo acquisì l’indipendenza dalla da Roma.

La città di Alba partecipò con l’esercito romano a numerose guerre tanto da trasformarsi in una delle più fedeli città del capoluogo laziale. Nell’età imperiale Alba fu un territorio prospero e ricco tanto da ospitare un teatro voluto da Macrone, un personalità di spicco nella Roma di quei secoli.

I ritrovamenti 

I ritrovamenti di Alba sono molto importanti per tutta la regione Abruzzo. Difatti sono state portate alla luce le terme ricche di mosaici, i bagni, il sacello di Ercole e tantissimi mosaici raffiguranti personaggi marini.

Il famoso teatro di Alba è situato sul Colle Pettroino, una promontorio usato per difendere la città. Una difesa naturale che fu molto utile agli abitanti di Alba.

Una particolarità di questa città, che è emersa solo con gli ultimi scavi condotti sul luogo, è stata la complessa rete fognaria. Un vero e proprio sistema che soddisfava gran parte delle necessità dei cittadini di Alba.

 

Conclusioni

Questa era solo la prima parte del nostro viaggio nella città di Alba, un gioiello della regione Abruzzo. Un luogo unico e misterioso che non potrai perderti se decidi di passare a trovaci! Continua a segurici e nel prossimo articolo troverai informazioni più dettagliate ed altri particolari su questi interessanti ritrovamenti! Ti aspetto qui 😉

 

Share: